Perché il COUNSELLING

Perché il Counselling? Un nuovo approccio alla vita privata e lavorativa.

E’ stato definito come “l’arte dell’incontro”; un approccio centrato sulla comunicazione e relazione, tale da avviare un processo nel quale il Counsellor, con l’uso di empatia, capacità di connessione, strumenti e tecniche aiuta la persona (o il gruppo) in difficoltà emotiva, migliora il clima del contesto in cui interviene, stemperando conflitti e tensioni.
Il Counselling è un’attività professionale che coinvolge il Counsellor e una persona che sente il bisogno di essere aiutata nella soluzione di un problema o nel prendere una decisione. E’ un’attività finalizzata al miglioramento della qualità della vita di una o più persone (singoli individui, famiglie, gruppi)
Il Counsellor è una figura Professionale abilitata a favorire nelle persone la capacità di riattivarsi, di recuperare consapevolezza, equilibrio psicofisico, di gestire lo stress e gli stati emotivi in situazioni dove si ci espone fortemente, di implementare le risorse, di potenziare l’autostima e di focalizzare gli obiettivi.
Il Counsellor aiuta ad una nuova percezione del problema permettendo alla persona di affrontarlo con la giusta distanza, offrendo così la possibilità di sperimentare se stesso.
Le tecniche si basano sul “qui e ora”.  L’attenzione è sempre sul presente, entrare in contatto con il proprio sentire, ascoltare il corpo, le sensazioni e offrire la possibilità alle proprie emozioni di essere espresse.
Il Counselling tuttavia è una metodologia che non comporta una ristrutturazione profonda della personalità, non è una psicoterapia.
L’attività è mirata a problematiche specifiche, il Counsellor può collaborare con specialisti o avviare una prima diagnosi e fungere da tramite verso altri professionisti.

Lascia un commento